Disposizione Fonica


Due tastiere di 58 tasti (Do1-La5) ricoperti in osso ed ebano
Pedaliera diritta di 27 tasti (Do
1-Re3)
L’inserimento dei registri avviene tramite pomelli disposti su due file sopra le tastiere

I Tastiera

II Tastiera

Principale 16'

Ripieno

Principale 8'

Salicionale 8'

Principale Inglese 8'

Bordone 8'

Ottava 4'

Gamba 8'

Decimaquinta 2'

Viola 4'

Ripieno 4 F.

Flauto 4'

Ripieno 3 F.

Flautino 2'

Dulciana 8'

Coro Viole

Flauto 8'

Voce Celeste

Flauto 4'

Violoncello Combinato

Tromba 8'

Oboe Combinato

 

Voci Corali

 

Ottave Sopra

   

Pedale

 

Contrabbasso 16’

 

Subbasso 16’

 

Basso 8’

 

Violoncello 8’

 

Trombone 8’

 

Ottava 4’

 

 

ACCESSORI:

· N. 7 pedaletti in ferro per i seguenti comandi:
1.      Unione I/P
2.      Union II/P
3.      Unione Tastiere
4.      Tremolo
5.      Ripieno
6.      Fortissimo
7.      Inserimento Graduatore

· Staffa per l’Espressione

·Sei pistoncini fissi per il Crescendo della I tastiera

·Cinque pistoncini fissi per il Crescendo della II tastiera

L’organo è collocato in cantoria dietro l’Altar Maggiore ed è inserito nell’Abside che lo circonda posteriormente e per i due fianchi, mentre la parte anteriore è chiusa da una cassa lignea dipinta in cui sono inserite le canne di mostra in lega di tigrato.
Fu costruito dalla nostra Famiglia nel 1903 come attestato anche dal contratto originale tutt’ora esistente.
Sull’onda della moda imperante a fine Ottocento con la notevole rivoluzione tecnica e fonica importata specialmente dai paesi anglosassoni anche il nostro fondatore Giovanni Tamburini, all’inizio della sua carriera di organaro, si cimentò, in quell’epoca, nella costruzione di strumenti che adottavano principalmente le tecniche impiegate dal Trice in Italia e quelle di Cavaillè-Coll in Francia; infatti l’organo di Vigonovo si presenta a trasmissione meccanica con leva Barker che aziona i tasti, mentre per il comando dei registri e del pedale è stata scelta la trasmissione interamente pneumatica; la consolle è rivolta verso la Chiesa.
I somieri delle tastiere sono del tipo Trice a canale per registro; due grandi mantici a doppia piega assicurano la quantità d’aria necessaria al fabbisogno delle canne.